Feb 14

Amicizia

il mio post di oggi riguarda l’amicizia… o gli amici.

Come si capisce che una persona è un amico? come si mantiene un rapporto di amicizia?
a volte me lo chiedo davvero perchè pare che io non lo abbia mai capito, o imparato. E con questo non voglio certo dire che io sono perfetta, che io non sbaglio. O che sono una vera amica.

vorrei solo capire come non rimanerci male, come fare a tenerli vicini queli a cui tengo. E vista l’attuale penuria dove e come trovarne di nuovi senza farmici male, senza illudermi per niente.

Lasciamo perdere quelli incontrati virtualmente o nei gruppi di moto, che si sono rilevati dei mostri allucinanti in certi casi e in altri persone che finchè partecipavo allora ero amica ora visto che non partecipo più sono un’estranea a cui nemmeno rivolgere la parola.

Ma voglio fare due o tre esempi accaduti e pormi delle domande… e magari avere dei consigli da altre persone.

primo esempio un’amica sparita nel momento in cui si è trovata l moroso, ricomparsa quando con il moroso era finita. Quando sono andata a convivere in un’altra città continuava a chiedermi di scriverle, di raccontarle della mia vita ma lei non scriveva mai, non aveva tempo diceva. Ma allo stesso tempo scriveva al mio compagno, me lo disse lui convinto che io sapessi. Quando poi son tornata indietro, ha voluto subito incontrarmi per sapere perchè e per come…. e basta. Sentendola via fb perchè mi ero lamentata della mia solitudine mi disse “eh beata te che sei libera, magari io non fossi sposata”, le specificai che non mi lamentavo del mio essere single ma proprio di non aver amici con cui uscire mi rispose “eh ti inviterei ad uscire con noi ma siamo tutte coppie ti annoieresti” …fatto sta che son 10 anni che non la vedo e praticamente non ci sentiamo.

Altra amica a cui ero forse meno legata, più che altro perchè pur vedendoci regolarmente parlavamo poco d noi, sempre troppo prese a parlare di manga e anime. In realtà io cercavo anche altri argomenti ma lei di sè non diceva mai nulla. Ci siamo perse sempre nel periodo in cui io vivevo in un’altra città, anceh se ci si sentiva sporadicamente, e poi una volta rientrata abbiamo ripreso con le nostre uscite serali anche se più saltuariamente ed io ci ho visto una chiusura in questo. Anche perchè ero sempre io a chiamare, a proporre mai una volta lei. Ricordo ancora un giorno che disse che si sentiva sempre in chat con altre sue amiche e le proposi di sentirci anche noi così … non si ricordava il nome dell’utente che usava, le dissi il mio … ma non mi cerco mai una volta ne ho mai scoperto il suo utente.
Poi arrivo il giorno che mi ruppi la gamba, alcune settimane dopo lei mi mandò gli auguri di compleanno e io le risposi spiegandogli la situazione (visto che mi aveva chiesto come festeggiavo la cosa)  … risposta sua “ah ok fatti sentire quando ti rimetti in sesto” senza nemmeno chiedere come fosse successo o altro. Dopo sta cosa ci siamo sentite anche se ci sono rimasta davvero male (specie considerando il fatto che per i 2 mesi di inforutnio me ne sono rimasta a casa senza vedere praticamente nessuno), mesi dopo io ho dimenticato, travolta da mille problemi di lavoro abbastanza pesanti, di farle gli auguri di compleanno … si ok, avrei dovuto scriverle dopo, avrei dovuto chiamarla, avrei potuto fare mille cose diverse. Risultato ? 6 anni di silenzio da parte sua. (e mia ovvio)…. E si certo potrei farmi avanti io ma se penso a tutte le cose assieme mi dico anche “ma perchè devo sempre essere io a farmi avanti? se le importasse di me si sarebbe giò fatta viva no?”

E in questo che sbaglio?

ma … di casi ce ne sarebbero almeno un altro ma ora è tardi e mi sa che è meglio se vadoa riposarmi almeno un poco prima che inizi la nuova settimana

 

Gen 18

La vita: che schifo

art-girl-animeSarà che è lunedì e non amo i lunedì, sarà che mi son buscata una mezza influenza che sicuramente mi farò in piedi.

Sarà che non ne posso più del lavoro, anche se tante cose sono cambiate nel frattempo sono cambiata anche io e certe cose mi stanno davvero strette.

Sarà che è già passata una settimana dalla morte di David Bowie e non me ne rendo ancora pienamente conto.

Sarà che sono stanca e stufa.
E allora mi chiedo a cosa serve vivere? Passi tutta la vita a correre, soffrire, rincorrere cose che non riesci ad avere, a soffrire per tue scelte stupide. A soffrire per gli stronzi che incontri. A vedere sfumati tutti i tuoi sogni… a lavorare per gli altri senza riuscire a fare altro… per cosa? per morire d’improvviso ad una certa età dimenticando e facendoti dimenticare per sempre.

E questo mi mette angoscia…
E non so come uscirne… sarà che sono troppo sola. che non ho tempo per me. che accumulo dolore, silenzio e solitudine e mi sembra di non aver combinato nulla nella mia vita

niente di niente.

 

 

Gen 11

Sayonara Starman

C’è poco da dire oggi se ne è andato un grande uomo, un artista strepitoso.

L’ho seguito da tutta la vita, non ricordo momento senza la sua musica in sottofondo.

L’ho amato da subito (come si poteva non amarlo?) anche se forse, a ben pensarci, un tempo non mi piaceva fisicamente.

Sempre trovato grande, strepitoso. Un artista completo, un artista unico ne lsuo genere…  anche se forse certi suoi lavori non erano nelle mie corde… Specie al suo inizio. Ma del resto quella volta ero anche molto giovane.

Era bellissimo in Labyrinth, forse il personaggio che meglio lo ha messo in luce (ai miei oc

chi almeno). era perfetto come Jareth, Stupendo.

Oggi leggere della sua morte mi ha dato una strana sensazone, di perdita. come con Mercury tanti anni fa… ho pensato che ora possono di nuovo cantare insieme Under Pressure… ricordo ancora come fosse ieri Bowie che cantava questa canzone al concerto in memoria di Mercury… gli occhi lucidi.
ricordo ancora la prima volta che ho visto il video di questa canzone, estasiata perchè il mio cantante preferito faceva una canzone insieme al mio gruppo preferito. Sembra passato un battito di ciglia… invece è passata buona parte della mia vita.

e poi rimango basita dal comportamento da certe persone. si a me dispiace che sia morto un cantante, no non lo conoscevo di persona, non ci avevo mai parlato ma appunto ha accompagnato tutta la mia vita con le sue canzoni. lo ammiravo. e non posso certo rallegrami della sua morte. ne soffro si.
Se non ci arrivi, se ridi di questo, se commenti con un “ahaha ci ritiene insensibili” trovo che tu sia semplicemente stupida. e anche senza alcun rispetto per il prossimo.

 

 

Gen 03

(senza titolo)

300328_10150375306874441_1674797680_nSE UNA PERSONA TI VUOLE BENE

TE LO DIMOSTRA SEMPRE ANCHE…

Quando nonostante tutti gli impegni del mondo riesce a preoccuparsi di te….

Quando riesce a includerti in quella miriade di pensieri che ogni giorno affollano la sua mente….

Quando si preoccupa della tua vita non per pura CUORISITA’ ma perchè le importa davvero sapere che tu stia bene

Gen 01

Anno nuovo vita nuova

1003241_940236782698331_5687224928461059816_n

Così si dice almeno, ma per me sembra tutto immobile. Fermo.

Ho come l’impressione di essere bloccata, di essermi chiusa troppo in me stessa e di non essere più in grado di andare avanti, di combattere.

Sono rimasta senza amici, alcuni per colpa mia immagino altri perchè semplicemente non sono mai stati amici e se ne sono andati senza far più ritorno. Certo in alcuni casi forse avrei dovuto fare un maggiore sforzo per trattenerli, chiamarli … ma alla fine non mi pare che nemmeno loro abbiano fatto un minimo sforzo per trattenermi e quindi che senso ha?

I problemi avuti sul lavoro, il mobbing subito (perchè questo era dopo tutto), mi hanno cambiato profondamente. Mi ha “costretta”  a rinchiudermi, a diventare quella che non sono. Il silenzio che ho attorno mi sta uccidendo, e fortuna che ci sono i miei gatti a darmi tutto l’amore di cui ho bisogno. Ma non mi basta davvero più, vorrei altro e non so da che parte cominciare.

Lo dicevo prima ad un’amica speciale, che sono stanca e non ho più voglia di combattere. Non sono più io, e anche il mio problema con la moto lo dimostra. Ed anche lì non so che fare, quando ho provato a parlarne con persone che pensavo potessero consigliarmi, capirmi, mi son sentita solo dire “tanto sa che io ti direi di non venderla”. Si ok, vero questo lo so. Ma non è quello che avevo bisogno di sentirmi dire.

Sono stufa di essere quella forte, che risolve tutto da sola, che non ha bisogno di una spalla, di un abbraccio, di qualcuno che le dice “tranquilla, tutto va bene”

Ma ora mi sono ripromessa che qualcosa la devo fare quest’anno per cambiare, devo mettermi in riga, reagire … a costo di fare quello che prima dicevo a mia sorella. Trasferirmi su un’isola e cambiare totalmente vita

Dic 18

Vendere Noah?

Ok si, ci sto pensando seriamente o quasi.

 

Ormai vado a periodi, forse perchè la uso poco e forse anche perchè le gomme sono vecchie e da cambiare, ma mi sento sempre in difficoltà quando guido.

Anzi non sempre, però abbastanza spesso.

E mi chiedo se con un’altra moto le cose andrebbero diversamente. E si, ho voglia di farlo anche se non so da che parte cominciare. Prima di tutto mi mancano i soldi. E non saprei su che moto buttarmi. Una nuova? oppure un usato?

La nuova costa troppo …. e l’usato non saprei come fare a capire se vogliono fregarmi o no.

 

Ma cmq prima di fare questo passo, qualunque esso sia, dovrei pensarci bene… dovrei avere qualcuno con cui parlarne. Per un confronto, per un opinione esterna. Magari riuscire a guidare qualche moto diversa da Noah per vedere se torno a sentirmi come un tempo….

 

Ed insomma sognamo, che almeno i sogni non costano.

 

Poi penso a quanti soldi ci ho speso su in questo ultimo periodo, a quanti dovrei spenderci per metterla in sesto (tra gomme e sella, tanto per dire le prime cose da fare) e davvero non riesco a prendere una decisione.

Forse dovrei dare via Noah e prendermi una vespa e togliermi il pensiero del tutto.

 

Però Noah mi mancherebbe…

Nov 27

Perchè i cani vivono meno dell’uomo

Essendo un veterinario un giorno fui chiamato a visitare unn cane di 10 anni di nome Belker.

I proprietari del cane, Ron, sua moglie Lisa e il loro figlio Shane, erano tutti molto attaccati a Belker, e speravano in un miracolo.
Ho Visitato Belker e ho capito che stava morendo di cancro. Ho detto alla sua famiglia che non avremmo potuto fare nulla per Belker, e mi ofrii di eseguire il metodo di eutanasia a casa.

Abbiamo preso accordi, Ron e Lisa hanno detto che sarebbe stata una buona idea nonostante i 6 anni di Shane. Pensavano che Shane avrebbe potuto imparare qualcosa da questa triste esperienza.
Il giorno dopo, ho sentito la familiare sensazione di nodo in gola per come Belker era circondata dalla sua famiglia. Shane sembrava così calmo, di accarezzare il cane per l’ultima volta, e mi chiedevo se avesse capito cosa stava succedendo. In pochi minuti Belker pacificamente si addormentò per non risvegliarsi più.
Il bambino sembrava accettare la transizione di Belker senza alcuna difficoltà o confusione. Ci siamo seduti per un attimo chiedendoci perché la triste realtà della vita per gli animali è inferiore a quella degli esseri umani.
Shane, che aveva ascoltato attentamente, disse: “Io so perché”.
Sorpresi, tutti ci voltammo verso di lui. Quello che ha detto dopo mi ha stupito, non ho mai sentito una spiegazione più confortante di questo. Questo momento ha cambiato la mia visione della vita.
Egli disse: “la gente viene al mondo per imparare a vivere una buona vita , come amare gli altri e come essere una brava persona, giusto?
Be ‘, i cani sanno già come fare, non devono rimanere per tutto il tempo come noi!’

La morale è:

Se un cane fosse il tuo insegnante insegnerebbe cose come:

Quando i tuoi cari arrivano a casa corri sempre loro incontro per salutarli
Non perdere l’occasione di fare una passeggiata.

Lasciate che l’esperienza dell’ aria fresca e del vento in faccia siano momenti di pura estasi.

Fai dei sonnellino

Stiracchiati prima di alzarti

Corri, salta e gioca tutti i giorni.
Migliora la tua attenzione e lasciare che la gente ti avvicini.

Evitare di mordere quando un ringhio sarà semplicemente sufficiente.

Nei giorni caldi sdraiati di schiena sull’ erba

Quando fa molto caldo, bevi molta acqua riposati sotto l’ ombra di un albero.

Quando sei felice, balla e muovi tutto il corpo.

Trai gioia da una semplice e lunga passeggiata.

Sii leale

Non fingere di essere qualcosa che non sei.

Se quello che vuoi è sepolto, scava finché non lo trovi.

Quando qualcuno ha un brutto giorno, in silenzio, siediti vicino a lui e delicatamente fagli sentire che ci sei. ”

“Soffriamo troppo per il poco che ci manca…e gioiamo troppo poco per il tanto che abbiamo”. Shakespeare

Nov 15

Star Wars: un tuffo nel passato

Star-Wars_0

Ovviamente non è questo il titolo del nuovo capitolo (a proposito… ma qual è il titolo) di questa meravigliosa saga, ma è quello che sto provando io ora che sono in fervida attesa di andare al cinema – manca solo un mese ormai – per ammirare questo nuovo film

E nell’attesa, grazie anche a Sky, mi sto rivedendo i capitoli precedenti. Questa volta in ordine cronologico esatto e avendol

i visti tutti e 6 in poco tempo (un weekend praticamente)  mi son resa conto di alcuni particolari che vedendo i film a distanza di anni, a distanza di mesi, non ero riuscita a focalizzare.

Piccoli errori, piccoli indizi sparsi qui e là. Piccole imperfezioni dovute forse agli anni passati tra una trilogia e l’altra, scritte da mani diverse, scritte in tempi diversi forse non avendo nemmeno bene idea dell’evolversi della storia.

Adoro Star Wars da sempre. Anche se l’ho visto tardi perchè mia mamma stranamente non mi portò a vederlo al cinema, lo vidi solo più tardi alla tv ma i capitoli successivi tutti sul grande schermo per fortuna.

Non amo molto la nuova trilogia, si certo è carina e mi piace aver scoperto la storia di Anakin, ma non li trovo all’altezza della serie classica ( e forse per questo temo un pò l’uscita del nuovo film)… certo sono migliorati per quanto riguarda gli effetti speciali ma mi sembrano più poveri di contenuti,  con meno carica nei personaggi….

tazzine-star-wars-san-valentino

E quando rivedo alcune scene della serie classica, solitamente quelle con il mio amatissimo Han (ebbene si al contrario di tutte le ragazzine dell’epoca che sognavano di incontrare il giovane Luke, io non facevo che pensare alla bella canaglia)

 

Nov 04

Non lo so

Sembra che le cose non possano proprio prendere la piega giusta.

La settimana scorsa ero al settimo cielo per i due giretti fatti in moto, per il fatto che stavo riuscendo a ritrovare il feeling con lei.
Volevo bissare in questo lungo weekend libero ma prima il ventaccio e poi altri mille impegni e casini non sono riuscita a combinare niente.

E questa mattina l’accendo e parto e in 100 metri scarsi (ovvero uscire dal garage e arrivare all’incrocio fuori casa) mi si spegne 3 o 4 volte. Rimessa in garage e sono andata al lavoro in auto.

E i pensieri non m danno pace. Vorrei che almeno una cosa nella mia vita si sistemasse. vorrei poter tenermi stretto il mio sogno con 2ruote, perchè è l’unico che son riuscita a realizzare e l’unico su cui posso ancora contare.

Poi come se tutto ciò non bastasse, con il mal di testa e la nausea che mi trascino da ieri, mi arriva anche una mail da lui … che non dice nulla se non stronzate. Ma io non riesco ancora ad arrendermi all’evidenza che la persona che conoscevo non esiste più

Ott 30

Weekend lungo

la settimana lavorativa è finita ed io come sempre crollo dalla stanchezza, ormai questi orari e questi ritmi non li reggo. e sono demoralizzata perchè vedo che professionalmente sono bloccata in un limbo. Con tutte le promesse iniziali dimenticate e accantonate…. ma in fondo, visto il periodo, l’importante è avere un lavoro abbastanza sicuro.

Pensiamo al lato positivo…. 4 giorni lunghi di liberà! perchè grazie al Santo Patrono che cade al 3 di novembre e anche al fatto che il 2 per noi è semi-festivo abbiamo deciso di fare un bel ponte. Che oltre tutto, a quanto pare, sarà anche baciato dal sole. Direi che non potrei chiedere di

meglio …

Peccato che essendo sola non so proprio come passarli questi giorni…. una parte di me (quella folla) sta pensando di farsi una gita in giornata a Lucca per la fiera del fumetto. Ma la distanza è davvero tanta per farla in

large

giornata. Il problema è che non posso fermarmi per la notte (anche perchè di sicuro non trovo posto ora)

Cmq vo

glio essere positiva e pensare che questi giorni mi divertirò. starò bene…

Post precedenti «